TERAPIA DIAMAGNETICA CTU MEGA 20

La Pompa Diamagnetica rappresenta la principale evoluzione strumentale nel campo della medicina riabilitativa non invasiva. Viene utilizzata per eseguire trattamenti di TERAPIA DIAMAGNETICA, sfruttando  l’azione, su tessuti biologici, di campi magnetici pulsati ad alta intensità (2 Tesla) e bassa frequenza (7 Hz).

Il diamagnetismo è un principio fisico per cui alcuni materiali oppongono la direzione dei loro componenti molecolari a quella dei campi magnetici a loro applicati, ricevendone una forza repulsiva. per loro natura, sono diamagnetici i fluidi  corporei,  moltestrutture e sottostrutture cellulari e molte molecole farmacologiche. Questa proprietà garantisce effetti biologici molto rapidi, efficaci e selettivi, in modo non invasivo e non doloroso.

Ogni patologia evolve in un modo specifico e necessita di una terapia mirata e personalizzata. La diamagnetoterapia permette di eseguire un trattamento adatto alla fase anatomica e patologica del danno cellulare.

La terapia diamagnetica, definibile anche MDA (Molecular Diamagnetic Acceleration) è:

  • non invasiva e completamente indolore adattabile alla complessità evolutiva della patologia
  • applicabile subito dopo il trauma o nelle fasi pre e/o postoperatorie
  • una tecnica che permette di intervenire sulla cute danneggiata (piaghe da decubito, piede diabetico, ferite postoperatorie) senza bisogno di contatto diretto con la cute
  • una tecnica che permette di intervenire in caso di immobilizzazione prolungata (direttamente su bendaggi, tutori, calchi in gesso) senza necessità di contatto diretto con la cute una tecnica in grado di somministrare farmaci senza l’utilizzo di aghi o corrente elettrica

I meccanismi d’azione della Terapia Diamagnetica sono:

SPOSTAMENTO LIQUIDI: l’acqua e molti composti organici hanno proprietà diamagnetiche. La diamagnetoterapia attraverso l’interazione con fluidi intra ed extracellulari permette il trasporto di nutrienti e metaboliti, protezione dell’omeostasi corporea, drenaggio dei tessuti, equilibrio biochimico intracellulare, regolazione della temperatura corporea.

BIOSTIMOLAZIONE ENDOGENA: il campo magnetico variabile  della CTU Mega 20 sviluppa una corrente elettrica direttamente all’interno dei tessuti, che vengono quindi energizzati da un’intensa ricarica di potenziale elettrico Utilizzata. Questa stimolazione non genera dolore o sensibilità sui tessuti danneggiati (ulcere, piaghe, ferite). Inoltre, la corrente elettrica generata è isotropa, cioè omogene nel tessuto stimolato, in superficie in profondità. Variando le frequenze e la morfologia dell’impulso magnetico, la Diamagnetoterapia consente un intervento selettivo e mirato sui diversi tessuti.

CONTROLLO DEL DOLORE: il campo magnetico erogato svolge un’importante azione analgesica e antinfiammatoria.  Questo avviene grazie alla sua azione mirata sui recettori nervosi del dolore, sfruttando specifiche frequenze di stimolazione  del potenziale elettrico. L’azione di controllo del dolore è funzionale anche al trattamento dei trigger point e può essere utilizzata come terapia singola o integrata.

DIATERMIA : nella Pompa Diamagnetica CTU Mega 20 può essere utilizzata anche la radiofrequenza, in associazione al campo magnetico. In particolare, nelle patologie infiammatorie, l’attività contemporanea della Terapia Diamagnetica e della Diatermia permette di ottenere il cosiddetto “effetto push and pull”. La diatermia aumenta il microcircolo locale, favorendo l’accumulo e il richiamo di liquidi nella zona trattata. La forza repulsiva generata grazie al campo magnetico potenzia l’effetto drenante, provocando l’allontanamento dei liquidi dai tessuti coinvolti nella vasodilatazione. Si ha quindi un continuo drenaggio e ricambio circolatorio dei tessuti.

C’è anche la possibilità di utilizzare due piastre neutre in contemporanea, cosa che permette il trattamento di ampie zone del corpo, con riduzione dei tempi di trattamento e di accelerare i benefici attesi.

I principali campi di applicazione della Diamagnetica sono:

  • ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA: lesioni muscolotendinee, patologie degenerative dell’apparato osteoarticolare, fratture e pseudoartrosi, patologia vascolare dell’osso
  • MEDICINA DELLO SPORT: stiramenti inguinali, tendiniti, contratture e strappi muscolari, distorsioni ed esiti di contusioni • Flebologia e angiologia: edemi linfatici, infiammatori, post-traumatici
  • FLEBOLOGIA E ANGIOLOGIA : edemi linfatici, infiammatori, post-traumatici
  • FISIATRIA E RIABILITAZIONE: come integrazione nei trattamenti riabilitativi di cura e prevenzione nelle patologie dell’apparato muscolo scheletrico
  • TERAPIA DEL DOLORE
  • REUMATOLOGIA: nelle malattie infiammatorie e reumatiche
  • LESIONI CUTANEE